Specifiche Cartone Ondulato

Le Ondulazioni

Le ondulazioni hanno il compito di distanziare le copertine e di mantenere fra di esse la stessa equidistanza quanto più a lungo possibile nel corso della vita di un imballaggio in cartone ondulato. Per mantenere il loro “spessore” originale le ondulazioni debbono essere rigide ed avere una buona resistenza allo schiacciamento in piano, caratteristiche queste più facilmente ottenibili con l’impiego di carte che abbiano un buon valore di CMT.

La tipica struttura delle ondulazioni consente di sfruttare al meglio le caratteristiche di resistenza proprie delle carte impiegate.

Ogni ondulazione assume il ruolo di una nervatura o effetto colonna e ciascuna di esse darà il proprio apporto alla resistenza complessiva del prodotto.

La caratteristica forma delle ondulazioni assicura una certa elasticità che consente di ammortizzare i colpi ricevuti e di agire come cuscinetto fra la sorgente dell’urto ed il prodotto contenuto.

Fra le tante prestazioni normalmente richieste ad un imballaggio in cartone ondulato, la resistenza all’accatastamento o alla compressione verticale assume particolare importanza. Il contributo offerto dalle ondulazioni a tale caratteristica, spesso essenziale, è sicuramente notevole ed appare evidente se si considera che ogni ondulazione agisce come un pilastro e che sono tante le ondulazioni, e quindi i pilastri collegati tra loro dalle due copertine, a conferire al tutto la resistenza richiesta. Importante, a tale scopo, che le carte impiegate abbiano congrui valori di RCT o, in alternativa di CCT.